Logo
Logo

Monitoraggio e controllo di Popillia japonica

Monitoraggio e controllo di Popillia japonica

Nel 2014 sono stati rivenuti, prima nel Parco del Ticino lombardo e successivamente, in numero più consistente in quello piemontese, individui del coleottero Popillia japonica.

Considerato che tale specie è inclusa tra gli organismi di quarantena dalla normativa fitosanitaria europea (Direttiva 2002/89/CE, Parte A – Allegato 2), che individua le specie di cui si deve evitare l’ulteriore diffusione in Europa. Visto che negli Stati Uniti tale specie è ritenuta uno degli insetti invasivi più pericolosi, in quanto infesta e distrugge tappeti erbosi, piante selvatiche, da frutto e ornamentali provocando ingenti danni economici. Dal momento che la Valle del Ticino è la seconda area in cui viene segnalata la presenza del coleottero, successiva a quella nelle isole Azzorre (Portogallo), e che già lo scorso anno i due Parchi del Ticino (Lombardo e Piemontese) hanno sollecitato l’intervento dei Servizi Fitosanitari regionali e dei Ministeri competenti, offrendo la propria collaborazione per attività di monitoraggio e controllo.

In data 27 maggio 2015 è stato siglato tra ERSAF e Parco Lombardo della Valle del Ticino un primo Protocollo di Intesa finalizzato al monitoraggio dell’insetto e all’organizzazione di iniziative di informazione rivolte ai cittadini sulla problematica legata all’introduzione di organismi nocivi alieni.

Nel corso dell’estate del 2015 sono state posizionate 375 trappole attrattive che sono state periodicamente controllate e svuotate dai tecnici incaricati; al contempo sono state effettuate delle verifiche sul territorio al fine di identificare nuove aree di espansione dell’insetto.

Nei mesi invernali ERSAF ha invece effettuato il monitoraggio degli stadi larvali per un totale di 5.297 punti di campionamento distribuiti sui comuni infestati e nelle aree contermini

A partire dal mese di maggio 2016, secondo quanto stabilito dal DECRETO 17 marzo 2016 “Misure d’emergenza per impedire la diffusione di Popillia japonica Newman nel territorio della Repubblica italiana (GU Serie Generale n.113 del 16-5-2016) che definisce le misure fitosanitarie da applicare allo scopo di contenere la presenza dell’insetto, sono stati effettuati trattamenti di lotta larvicida in aree prative e sono state posizionate un consistente numero di trappole attrattive distribuite su tutto il territorio interessato dalla presenza dell’insetto.

Il giorno 29 giugno 2016 si è tenuto un incontro di aggiornamento sul tema. Le presentazioni sono scaricabili ai seguenti link PRESENTAZIONE PARCO TICINO, PRESENTAZIONE ERSAF.

Un secondo incontro si è svolto il 27 ottobre 2016, in tale occasione sono stati presentati i risultati del monitoraggio efefttuato nel corso dell’estate e sono stati forniti aggiornamenti sull’evolversi della diffusione del’insetto. Le presentazioni sono scaricabili ai seguenti link PRESENTAZIONE PARCO TICINO, PRESENTAZIONE ERSAF.

Per maggiori informazioni clicca volantino_popillia oppure scrivi a popillia@parcoticino.it

Visita anche il sito di ERSAF al seguente link http://www.ersaf.lombardia.it/servizi/Menu/dinamica.aspx?idSezione=16969&idArea=17296&idCat=36545&ID=36545&TipoElemento=categoria.