Logo
Logo
Il programma di monitoraggio del Cormorano

Il programma di monitoraggio del Cormorano

Il programma di monitoraggio del Cormorano

Il monitoraggio del Cormorano nell’area protetta è inserito in una più vasta indagine che vede coinvolti diversi Enti e si avvale di un’ampia rete di rilevatori iniziata nell’ottobre del 2010. Il Parco Lombardo della Valle del Ticino si è inserito in questo programma di monitoraggio nel dicembre 2011.

Nello specifico, grazie alla collaborazione dell’Ente sono diventati oggetto di indagine tutti i posatoi noti lungo gran parte del corso del fiume Ticino interessando soprattutto i territori delle province di Milano e Pavia.

Nell’area protetta sono stati individuati 7 posatoi lungo il corso del Ticino, dall’area che va da Somma Lombardo (VA) a Pavia.

Nell’ultimo decennio si è registrato un aumento considerevole degli individui che rimangono sul territorio al di fuori del periodo dei mesi invernale. Tutto questo ha portato al tentativo di insediamento di colonie nidificanti. Nel territorio dell’aerea protetta risultano presenti due colonie nidificanti di Cormorani, in particolare queste sono state localizzate a Robecco sul Naviglio, in corrispondenza della Lanca Delizia, e a Bereguardo, nella località Zelata.

La colonia di Robecco si è insediata nel 2006 e sono state contate fino a 285 coppie di Cormorani nella stagione riproduttiva del 2013. Per quanto riguarda la località della Zelata la specie ha iniziato a nidificarvi nel 2005 e nel 2013 sono state conteggiate 281 coppie.